Il trenino dei grassi

TRENO TINA

E al grido di “evviva la cellulite” Tina forma il treni no delle ciccione

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle
Tags , , , ,

8 Commenti per Il trenino dei grassi

  1. Simona scrive:

    Tutto una farsa..personaggi costruiti a tavolino per ritrovarli nei locali a fare l’attrazione della serata..”stasera grande partecipazione di Giorgio Manetti di Uomini e donne”..
    Avete creato nuovi posti di lavoro con queste fiction da borgata. Allora perché non reclutate degli over che hanno perso lavoro..amore? Diventano personaggi poi con serate nei locali troveranno soldi e amore travagliato simil “beautiful”?
    Un ricambio di personaggi no? A Gemma gli dovrete dare la pensione e il Tfr quando uscirà.
    Noi disoccupati vogliamo venire a Uomini e donne over..

    • Silvia W scrive:

      Vabbe’ contenti loro…il problema non e’ quello che fanno fuori dal programma ma quello che combinano dentro…

    • abate rita scrive:

      cara Maria mi spiace moltissimo che un programma che dovrebbe far conosce e innamorare le persone sia diventato uno spettacolo pietoso incentrato sull’irrazionalità di Tina che ormai nn ha più nessun senso umano ne di pudore ne di educazione nei confronti delle persone è completamente uscita di senno e vedo che nn riesci più a contenerla neanche tu…sgradevolissimo a vedersi…ma nn t sembra che ora sia il caso di cambiare opinionisti con persone che abbiano un po più di buon senso e umanita?…che nn giochino con le persone pensando di essere chi sa chi? Tina è invidiosa della fisicità di Ge

  2. Silvia W scrive:

    All’inizio (inizio x me quindi ai tempi della sua storia con Ennio) non avevo per Gemma l’avversione che ho ora, mi faceva non dico tenerezza ma comunque la stimavo, anche se la giudicavo romanticona, sognatrice e un tantino infantile e patetica. Il momento ” spartiacque” e’ stato quando si e’ scontrata con Barbara, ho visto in lei talmente tanta malignita’ e falsita’ che ho pensato che se una donna per essere il centro dell’attenzione arriva a tanto, e’ capace davvero di tutto. Infatti lo stiamo vedendo oggi a cosa e’ arrivata….

  3. Marilù scrive:

    Tina, come recita la didascalia all’ immagine qui sopra (certo per un involontario errore di “stumpa”) il tuo è stato davvero un treni NO!
    A volte, in lapsus veritas !
    (il buon Sigmund forse ci aveva beccato, stavolta !!)

    • anna scrive:

      l’ablativo marilù…l’ablativo

      • Marilù scrive:

        Anna, magistra! Avessi scritto “lapsu” non sarebbe stata così evidente la volontà di sovrappormi ironicamente a ” in vino veritas” ( frase anche oggi usata, per quanto imprecisa..) .
        Comunque grazie, hai ragione. Ovunque, anche sul web, dovremmo mantenere la correttezza (per quanto anch’io faccia parte di quegli “imbecilli” che Umberto Eco ricordava, quelli ai quali il web ha dato possibilità di parola..! Approfitto per salutarlo, ciao, ci mancheranno i tuoi libri ed i tuoi saggi). Ciao a te, Anna, ed ai Redattori web.

  4. Violet scrive:

    Non so voi, ma io farei volentieri a meno di questi siparietti un pochino troppo sguaiati e scontati. Va bene, bisogna fare spettacolo e intrattenere il pubblico con discorsi sui massimi sistemi sarebbe fuori luogo, ma c’è un limite a tutto. Pazienza Tina, che è lì per fare spettacolo, ma le partecipanti piagnucolose che sostengono di cercare l’amore non sembrano molto coerenti nella loro improvvisa metamorfosi che le trasforma da vestali dell’amorevolezza a conduttrici di trenini da capodanno al centro anziani.